Site's language: 
| correctmytext facebookconnect | Log in | Sign up
correctmytext
Text's language:
TEXTS | TAGS | USERS 

Started to learn a foreign language, but need to verify your texts by native speakers?
You can enter your text at CorrectMyText.com and native speakers will correct your grammar and provide a spoken version!
Help other users to check their texts in your native language or language that you know!


Learning Italian

Syntesi italiana sulla nozione « Luoghi e forme di potere»

Author:zoeboo
Copyright:Prohibited republication
Corrector's skills: Native, Perfect, Fluent
Tags: italiano sintesi politica giovani
Language: Italian
Progress: processing: 0, ready corrections: 2, remains corrections: 0

Il potere si manifesta in luoghi diversi e sotto varie forme, ma in ogni caso può essere definito come l’influenza esercitata su una persona o un gruppo di persone.
Nelle nostre società moderne, la prima autorità che dobbiamo rispettare è il governo, il potere struttura la società con regole e leggi. In generale, ci sono uomini che hanno più potere degli altri, i politici ne fanno parte perché le loro decisioni colpiscono milioni di persone.
Possiamo domandarci che rapporto la gioventù mantiene con il potere?

L'adolescenza è per un sacco un periodo di rifiuto, di resistenza e perfino di ribellione. I giovani sono noti per essere a volte impulsivo o avere opinioni estreme. Non è quindi sorprendente che nel passato, i giovani fossero stati sostenitori dei partiti politici estremi.
Durante la Seconda Guerra mondiale, alcuni giovani italiani si sono riconosciuti nel regime di Mussolini, il cui obiettivo è di creare un "uomo nuovo" dinamico ed eroico. Non hanno esitato a andare a combattere per il Duce, per dare uno scopo alla loro vita e avere l'impressione che cambiavano le cose.
Nel suo romanzo La Storia, Elsa Morante da l'esempio di un giovane italiano facile da convincere che si arruola nelle camicie nere ma cambia radicalmente la sua opinione e diviene comunista.

Nel film Caterina va in città, di Paolo Virzì, uscito nel 2003, una scena di dibattito politico tra degli allievi di scuola media ci mostra l’uso confuso ed erroneo che fanno dei termine “fascisti” e “communisti”. Nelle loro bocche, sono parolacce. Questi studenti non comprendono la complessione del mondo politico e la usano per categorizzare la gente.
Di più, i diversi punti di vista degli studenti illustrano il fatto che le nostre opinioni dipendono da dove si vive e delle informazioni che sono a nostra disposizione. Qualcuno che viene da un mondo meno cittadino non avrà accesso alle stesse informazioni, mezzi, infrastrutture politiche, etc. 4 minuti

Tuttavia, la gioventù non ha più lo stesso rapporto con la politica. I “millennials”, i giovani nati dagli anni 1980, non vogliono la rivoluzione. Essi anelano per una vita tranquilla, confortevole, un buon lavoro e un mondo più giusto e altruista. Ma essi non contano versare il sangue per arrivarci, piuttosto di integrare il sistema e rispettare le regole, cambiare le cose dall'interno. Il 66% si sente protagonista del proprio futuro.

Al contrario, sorge un problema tra i giovani nati nella fine del Novecento: una vera e propria indifferenza verso la politica si è sviluppata. I sedicenni non scelgono e danno la loro fiducia a un partito, sono considerati troppo immaturi e imprevedibili. Questo distacco politico della giovinezza permette alla politica di ignorarli, sebbene l'età media dei votanti sia sbilanciata verso l’alto. La soluzione per re-equilibrarlo sarebbe di allegare il dritto di voto ai sedicenni come la Germania, l'Austria e la Scozia hanno fatto.

Come lo ricorda Piero Calamendrei nel suo discorso sulla Costituzione nel 1955, la Costituzione italiana è il risultato delle lotte storiche della Seconda Guerra mondiale. È il nostro dovere di lottare o al meno di implicarsi per mantenere i nostri dritti e garantire la libertà. L’autore del discorso vuole cosi convincere i giovani dell’importanza del loro impegno politico, e in particolare del loro voto.

Nei tempi passati, i giovani italiani hanno dato molta importanza al loro dovere civico, sostenendo sia il regime o l'avversario regime. Oggi, spesso considerati troppo impulsivi e ribelli, i giovani non ottengono più la fiducia dei partiti politici che eppure potrebbe beneficiare del voto dei giovanissimi. L'indifferenza crescente di alcuni al mondo politico potrebbe diventare pericolosa perché i nostri diritti e libertà si basano sulla nostra capacità di eleggere coloro che li difendono. Speriamo che questo sia temporaneo.



correction by Simona.marchi , correction by carly9616








This text is already corrected!


Hello! My name is Dmitry Lopatin. I've created correctmytext.com
in 2009 to help everyone who learns foreign languages.
I'll be happy to see you as my friends in Facebook:



I'll be glad to see you on my other Internet projects:

Virtual Keyboards Online (79 languages!)

Free Onlite Translation (64 langages!)



 

Learning to write and speak a foreign language correctly requires having somebody to correct your grammar and usage errors. Otherwise you may learn a substandard version of the language with deep-rooter mistakes and incorrect usages that are hard to get rid of.

A popular and tried-and-true way to learn languages involves writing texts in a foreign language on a daily basis and reading them aloud to a native speaker, who will correct any mistakes.

Native speakers or language professionals will review your text and correct all errors of style or grammar free of charge. You can also request a sound recording of the spoken version of your corrected text that will let you hear the subtleties of pronunciation by a native speaker.

 


Text's language: Русский English Français Deutsch 中文 日本語 Español 한국어 Português Italiano Polski Nederlands Suomi Català Українська Magyar Türkçe Česky Română Volapük Esperanto Dansk Slovenčina Bahasa Indonesia العربية Tiếng Việt עברית Lietuvių Српски / Srpski Slovenščina Български Eesti فارسی Hrvatski नेपाल भाषा Kreyòl ayisyen Galego Norsk (nynorsk)‬ ไทย Bahasa Melayu Ελληνικά తెలుగు Euskara Cebuano हिन्दी Македонски ქართული Latina Brezhoneg Bosanski Lëtzebuergesch Íslenska Azərbaycan Shqip मराठी Cymraeg ইমার ঠার/বিষ্ণুপ্রিয়া মণিপুরী Latviešu Tagalog Piemontèis Basa Jawa বাংলা Occitan தமிழ் Ido Беларуская Aragonés Sicilianu Plattdüütsch Basa Sunda Kiswahili Nnapulitano Kurdî / كوردی Frysk Afrikaans Asturianu 粵語 Žemaitėška Walon اردو Winaray മലയാളം Runa Simi Ripoarisch Чӑвашла Norsk (bokmål) Srpskohrvatski / Српскохрватски Беларуская (тарашкевіца) Тоҷикӣ Gaeilge Vèneto ગુજરાતી Tarandíne Gàidhlig O'zbek Kapampangan ಕನ್ನಡ ייִדיש Māori Lumbaart Yorùbá Bân-lâm-gú Nāhuatl گیلکی Corsu Hornjoserbsce Қазақша Armãneashce Alemannisch Limburgs Interlingua Հայերեն Саха тыла Bikol Central 贛語 Tatarça/Татарча Türkmençe संस्कृत Nedersaksisch Иронау 吴语 Føroyskt West-Vlams Võro مصرى Nouormand አማርኛ Pangasinan Rumantsch Basa Banyumasan Монгол ދިވެހިބަސް Gaelg Sámegiella Zazaki Furlan नेपाली Scots Boarisch Líguru Novial भोजपुरी Malti Ilokano مَزِروني पािऴ 文言 Kaszëbsczi Uyghurche‎ / ئۇيغۇرچە ភាសាខ្មែរ پنجابی Arpetan Ladino සිංහල Kernewek Anglo-Saxon Sardu Hawai`i Deitsch Malagasy lea faka-Tonga Коми Ślůnski ਪੰਜਾਬੀ پښتو Эрзянь Interlingue Fiji Hindi Avañe'ẽ Lingála Seeltersk Svenska

About this site | Press | Support service: